About Us

I Vostri bambini sono in ottime mani!

Filosofia

" Nessuno può resistere al sorriso di un bambino,

è un incantesimo fatto per cambiare il mondo "

pexels-yan-krukov-8612974.jpg

PROGETTO PEDAGOGICO

Premessa

Premessa La progettazione e la programmazione sono pratiche che danno forma ed intenzionalità all’intervento educativo di chi opera. Il progetto che esplicita gli obiettivi educativi e le strategie d’azione è elaborato tenendo conto dei bisogni di ogni bambino e delle esigenze delle famiglie, delle risorse umane e materiali disponibili ni al nido. Il progetto educativo concretizza il pensiero dell' èquipe attraverso le scelte pedagogiche e in coerenza con la linea educativa adottata. Viene rivisto lungo la strada, adattando l’intervento educativo alle progressive conquiste ed esigenze infantili. La progettazione pensata per il gruppo si arricchisce e si articola anche sulla base delle progettazioni individualizzate rivolte ai bambini che presentano particolari esigenze: nel tempo della progettazione dedicato al pensiero e al confronto si possono ricercare percorsi da proporre a tutti aspettandosi e immaginandosi che ogni bambino vi partecipi in modo diverso. Per saper leggere il loro sviluppo, per comunicare fra colleghe, per raccontare questi percorsi ai genitori diventa necessario lasciare traccia scritta attraverso attività documentativa in itinere. Ci sono momenti della giornata (l’ingresso o l’uscita, gli spostamenti) che, più per ragioni organizzative e di gestione che educative, entrano a far parte dell’esperienza del bambino al nido. Spesso queste situazioni si configurano come routine che vedono le educatrici agire secondo pratiche consolidate, abitudini efficaci e funzionali, spesso indiscusse o cristallizzate. Tutto ciò che nella struttura si da come setting precostituito (l’insieme delle determinazioni fisiche, sociali, relazionali, organizzative e delle offerte educative come attività, servizi e cure che un contesto propone e anche come sequenza temporale di eventi) si configura come “pedagogia latente”, pedagogia perché ha una ricaduta in senso educativo sullo sviluppo 2 infantile e latente perché sfugge alla decisione attenta e continua, consapevole e razionale degli operatori. La pedagogia latente non emerge solo negli spazi tra un’attività e l’altra ma s’insinua in tutto ciò che di poco consapevole, inaspettato e incontrollabile scivola nella giornata educativa, in tutte le sue molteplicità che configurano l’ambiente di vita del bambino. Per questo è fondamentale riflettere sulla giornata educativa nel suo complesso per verificare quanto in essa vi sia di coerente con la realizzazione del progetto educativo; può anche significare allargare lo sguardo e partire da un’osservazione dettagliata della micro- situazione.